Vespero sui Lessini

Risalgo la vecchia strada militare nella luce calante. Le mucche si radunano intorno alla malga come gli ultimi viandanti scendono a valle con passo lesto. Quando mi fermo, odo il richiamo di un uccello sconosciuto subito soffocato dai rumori che io stesso provoco con il mio incedere appena mi rimetto in movimento: il ticchettio dei bastoncini sulla terra battuta; il fruscio dei tessuti; il respiro; il sangue che circola nelle orecchie. Concentrarmi sul ritmo del passo svuota la mente di ogni pensiero. Sono in cima. Non mi fermo al rifugio ancora aperto; non è di cibo o di compagnia che sono venuto in cerca stasera. Il sole avanza lentamente a ovest. Mi siedo su una pietra. Bevo un sorso d’acqua, non perché abbia sete, ma perché non mi bastano la vista e l’udito. Mi guardo intorno e assieme all’acqua bevo la luce che mi inonda: cime brulle, pascoli bruciati, foreste oscure, piccoli borghi e case isolate a mezza costa. Un temporale si sta formando a occidente, ma non ha la faccia cattiva. Il tempo passa e non ne ho mai abbastanza, nonostante l’aria che mi strina la faccia e le mani. Forse stare qui è l’unica preghiera che io conosco.

IMG_5009

IMG_5014

IMG_5022

IMG_5033

IMG_5048

IMG_5052

IMG_5066

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Lessini, Mototurismo, Turismo in moto, Viaggi, Viaggi in moto e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Vespero sui Lessini

  1. Maurizio Caso ha detto:

    Complimenti per la capacità di narrare i sentimenti e le sensazioni. La lettura costituisce un vero piacere per gli occhi e per l’anima.

  2. Fabrizio ha detto:

    Grande Giulio, la Lessinia è una zona bellissima e penso anche poco conosciuta nei suoi mille meandri. Un luogo per me magico, a piedi in inverno con la neve ed in bici quando questa se ne va. La vista poi del Baldo è fantastica.
    Complimenti ti stai allenando e i risultati si vedono.
    Ciao
    Fabrizio

  3. A'mbabu ha detto:

    “Stare qui forse è l’unica preghiera che io conosco” mi pare una delle più belle chiuse che abbia mai letto. Credo che lo sia perchè non ho dovuto nemmeno pensare per comprendere il concetto.
    Credo anche che lo sia perchè innalza il significato di preghiera, molto di più di quello noto o dell’infimo sinonimo per tappeto su cui inginocchiarsi.

  4. Paolo Bonato ha detto:

    Ciao Giulio, complimenti per le tue parole, mai banali e sempre dense di emozioni.
    L’altro ieri (domenica) ho girato nella stessa Zona in MTB (Malga Lessinia, Rifugio Castelberto, Malga Podestaria, Malga S. Giorgio, Monte Tomba……….), ma non in ore vespertine.
    In ogni caso ogni volta che ci torno, a piedi o in bicicletta, gli spazi e la luce di quei luoghi danno sempre emozioni nuove e i sensi (come tu ben descrivi) prendono il sopravvento su qualunque pensiero.

  5. Max510 ha detto:

    Splendido Giulio !
    Entri veramente nell’anima !
    Complimenti !

  6. Bello. Mi piace come scrivi.

    • giulio1954 ha detto:

      Grazie a tutti dei commenti.
      Marco, il transito sulla strada che vedi in fotografia è consentito solo agli autorizzati. C’è comunque una strada bianca aperta al traffico che corre da Passo delle Fittanze fino a Bocca di Selva; definirla “off” è eccessivo.

  7. marco o toscanoIGt ha detto:

    Benedetti Lessini e la Lessinia , da me vista in modo fugace ad inizio estate .
    Quella è l’unica off di strade o ce ne son altre ???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...