Cima Campomolon di Arsiero

È presto e sulla strada da Calliano a Folgaria non ho incontrato anima viva. Alla grande rotonda seguo le indicazioni per Passo Coe, raggiunto il quale proseguo fino al Passo Valbona. La vecchia strada militare mi conduce a Cima Campomolon e ai resti del Forte in una mezzoretta di cammino.
La luce è polverosa e il calore della pianura sta già portando in alto l’umidità; le montagne intorno sono pallide silhouette azzurrine coronate di cumuli scuri. Mi siedo e mi guardo intorno; cerco di indovinare la posizione dei Forti nemici. Il pensiero vaga, immagina. Uno sbuffo di vento umido mi riporta per un momento alla realtà, ma subito riprendo a scorrere il ricordo di una lettura.
“La nebbia ritorna, quando d’improvviso un urlo immenso, angoscioso, terrificante sopraggiunge e si prolunga, si estende e si avvicina, sempre più forte, sempre più rabbioso, crudele, feroce; e mentre l’aria tutto interno ne trema, e il cuore sospende i suoi battiti e il petto trattiene il respiro, e gli occhi si aprono trasognati al terribile prodigio, l’urlo ha tempo di finire in uno schianto e in un nembo, e dallo schianto e dal nembo si sprigiona un turbine di polvere, di pietre, di ferro, onde l’aria resta a lungo oscurata e una pioggia d’innumerevoli schegge si irradia e discende quasi lentamente per ampio raggio all’intorno. È il 305. Che affare!
Dall’accampamento di fanteria, posto a ridosso del forte, fuggono i fanti a cercare riparo sotto le rocce e nelle poche caverne. Subentra un silenzio di morte. Il dominio del piccolo mondo di Campomolon in questo momento è serbato al mostro invisibile e lontano che dai penetrali boscosi di Sommo Alto si ostina a cercar vittime.” Diario di un fante di Luigi Gasparotto, Treves 1919.

IMG_3845_BN

IMG_3857_BN

IMG_3874

IMG_3892

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mototurismo, Turismo in moto, Viaggi, Viaggi in moto e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cima Campomolon di Arsiero

  1. marcosax ha detto:

    Il bianco-nero ha sempre il suo fascino specialmente quando il tempo è nebbioso e l’afa estiva maschera i monti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...