Strade di casa

Ieri sera si è fatto tardi con gli amici, un bicchiere di troppo e stamattina le palpebre sono pesanti e la sveglia bisbetica. Però, la promessa che ho fatto a me stesso è di alzarmi presto e godermi un altro giro di giostra con Maria Grazia sulle strade di casa, quelle che ti sorprendono nel mutare delle stagioni e non per i panorami sconosciuti.
Come al solito, per raggiungere la Val d’Adige scelgo quella meno diretta e più divertente: da casa a Sant’Anna d’Alfaedo sui Lessini e giù a precipizio da Fosse a Peri. L’aria è frizzante e la strada vuota. Non parliamo molto e non ce n’è bisogno; dopo tanti anni, sappiamo ciò che ciascuno pensa e prova.
Manca poco a Rovereto, un paio di motociclette si presentano negli specchietti e per un po’ procediamo di conserva. Quando mi fermo all’area di servizio, mi piacerebbe si fermassero pure loro per scambiare qualche parola, ma proseguono.
Imbocco la valle di Terragnolo che percorriamo fino a Piazza dove ci inerpichiamo lungo il versante nord per giungere a Serrada. La vegetazione splende nel sole e l’aria si è riscaldata quando abbandoniamo la valle e scendiamo nel bosco verso Folgaria.
Rapidamente siamo a Passo Sommo e con quattro tornanti a Carbonare che ci accoglie con un allegro scampanio e frotte di ragazzini con l’abito delle feste che escono dalla chiesa.
Risaliamo a Lavarone e ci lasciamo il lago sulla destra per salire ancora verso Passo Vezzena.
I prati smeraldini si danno il cambio con il bosco cupo di abeti che ci accolgono sull’altopiano.
Incrociamo un folto gruppo di motociclisti e ci salutiamo con convinzione, così almeno sembra a me.
Al Passo ci fermiamo un momento, solo il tempo di posare i piedi a terra e di scattare una foto, e ripartiamo verso Asiago. Scendiamo lungamente la strada che corre a fianco del torrente in secca con curve ingannatrici che invitano alla guida allegra, ma spesso richiedono aggiustamenti di traiettoria per non trovarsi nell’altra carreggiata finché a Camporovere lo sguardo si allarga di nuovo sui prati verdi di erba nuova e gialli di tarassaco in fiore.
Tralasciamo Asiago e ci dirigiamo a valle. La strada del Costo promette eleganza di traiettorie lungo i suoi tornanti mai troppo stretti, ma presto mi ritrovo innervosito dai fenomeni che in salita tagliano le curve senza alcun ritegno.
Non ho nessuna voglia di sorbirmi la pianura industrializzata del vicentino per tornare a casa e, anche se si è fatto un po’ tardi per essere a casa per ora di pranzo, imbocco la strada in direzione di Arsiero e poi verso Posina per salire a Passo Borcola e ridiscendere nella valle di Terragnolo.
Torniamo ad essere i signori della strada mentre le contrade sfilano deserte l’una dopo l’altra.
Dopo Posina, la strada raggiunge la testata della valle e sale ripida con una ventina di tornanti stretti l’uno all’altro in poco meno di quattro chilometri finché si arriva al Passo, un balcone verde sorvegliato da una cappella chiusa sul versante trentino.
La strada scende ripida sul fianco destro della montagna, taglia un bel bosco di faggi e attraversa contrade raccolte nel silenzio del mezzodì finché a Piazza ritroviamo la via che scende a Rovereto. Da lì, la Val d’Adige ci riporta a casa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Folgaria, Passo Borcola, Passo Vezzena, Valle di Terragnolo, Viaggi, Viaggi in moto. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Strade di casa

  1. Max510 ha detto:

    Non mi resta che quotare Mastro Zivas…. pure qui ! 😉

    Max

  2. Zivas ha detto:

    Sempre belli i tuoi gironzoli…però un pò sei favorito dai bei posti che hai vicino casa 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...