Brusa la Vécia!

Ieri si voleva inseguire il ricordo felice di due uscite autunnali dell’anno passato; uscite erranti nell’appennino modenese fra la valle del Panaro e la statale 12 “Estense”; tracce errabonde ad inseguire giri di giostra e solitudine fra ciliegi in fiore e macchie di ginestra.
A Solignano Nuovo sembrava che il gioco dovesse finire prima ancora di iniziare quando la spia dell’olio della moto dell’amico aveva strizzato l’occhiolino, ma un po’ di inventiva e la premura dei locali avevano solo determinato un forte ritardo nella tabella di marcia, ma non compromesso la giornata. Tuttavia, del giro ipotizzato si riusciva a realizzarne solo una piccola parte e un po’ concitati si arrivava con un’ora di ritardo a Pompeano.
Il piazzale antistante l’Antica Trattoria Cacciatori era ingombro di sedie, come a teatro, ed un piccolo palco improvvisato le controllava all’ombra del castello. Tanta gente ai tavoli sotto il portico della trattoria, ma nessun manifesto che aiutasse a capire cosa si preparava. L’ambulanza del 118, due uniformi della protezione civile e la minaccia di rimozione forzata per chi avesse superato l’esile transenna.
Fra una crescentina e un gnocco fritto, quattro chiacchiere con i commensali ci avvertivano che si sarebbe “bruciata la vecchia” sulla pubblica piazza, si sarebbe cioè rinnovata una vecchissima tradizione che vuole a metà quaresima il rito del falò che scaccia l’inverno con un rogo.
È stato un pomeriggio stupendo, allietato da un’orchestrina di valzer e mazurke senza età e da un cantastorie che rendeva lievi anche le battute più audaci; una festa in cui musica, rima e risata scacciano i pensieri; una festa con i bambini, ma non infantilizzata. Una festa conclusa al tramonto con il rogo “della vecchia”, augurio di vita, ma anche momento di fugace mestizia perché tutte le feste finiscono e dopo l’estate torna l’inverno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Viaggi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...